TITLE

DESCRIPTION

Un viaggio indimenticabile tra oriente ed occidente visitando alcune tra le più belle città del mondo. Si può fare  in qualunque periodo ma è meglio a giugno,  fine agosto o metà settembre   Volando con Turkish airline da Catania.  La prima destinazione è Mosca con uno stop a Istanbul di alcune ore. L’arrivo nella capitale russa è previsto introno alle 19 ora locale ( due ore in più che da noi). Trasferimento privato all’ Hotel un ottimo 4 stelle a breve distanza dalla piazza Rossa. Per 4 giorni sarà possibile visitare questa splendida città con i suoi straordinari monumenti. Dalla Piazza Rossa al Cremlino e quindi i Monasteri e le strade famose per lo shopping come l’Arbait ricca anche di botteghe di antiquariato. Per spostarsi si può utilizzare la Metropolitana. Alcune stazioni sono monumenti protetti dall’Unesco. Dopo 4 giorni  è previsto lo spostamento a San Pietroburgo. Il viaggio di circa 700 km dal centro di Mosca al centro di quella che una volta era Leningrado, verrà effettuato con il treno super veloce che coprirà la distanza in appena 4 ore. Attraversando le campagne russe a 250 km l’ora si potrà gustare un tè comodamente seduti nel vagone ristorante. Giunti nel pomeriggio a destinazione un trasferimento privato vi porterà all’hotel  4 stelle nei pressi della leggendaria Prospettiva Newski. San Pietroburgo vi affascinerà con la sua bellezza imponente ed elegante e l’illuminazione delle sue strade principali è considerata uno spettacolo unico. Dall’Ammiragliato alle cattedrali, alla fortezza di Pietro e Paolo con le tombe dei Romanov e quindi una buona mattinata all’Ermitage e poi a fare acquisti ai magazzini Gum, ci sono anche qui, e sono più raffinati. Escursione obbligatoria al Palazzo d’inverno della Zarina Caterina a Puskin città natale dello scrittore e poi una giro in battello sulla Neva. Dopo 3  giorni trasferimento in aeroporto e via in volo verso Istanbul.  Istanbul è una città ricca di fascino e di mistero, una metropoli che si estende tra il continente europeo e quello asiatico, divisa dal suggestivo Stretto del Bosforo. Il soggiorno è previsto in un hotel a 5 stelle nel centro storico di Istanbul che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e nel 2010 Capitale europea della Cultura. Non vi basteranno 6 giorni per visitare le bellezze di questa metropoli che vanta 2000 anni di storia alternando monumenti di tutte le epoche. Piazza Sultanahmet Meydani è una grande piazza di Istanbul con un bel giardino e che, soprattutto, ospita i più famosi monumenti della città e i suoi simboli: la Basilica di Santa Sofia, la grande Ahmet che da il nome alla piazza. Da non perdere assolutamente il Gran Bazar ed il Mercato delle Spezie.Presso la piazza Sultanahmet Meydani si trovano anche la Cisterna sotterranea della Basilica e l’Ippodromo romano. A pochi passi sorge l’incredibile complesso del TopKapi il palazzo reale di Solimano il Magnifico. Piazza Taksim, una delle più grandi e frequentate di Istanbul. Originariamente la piazza era un grande serbatoio che raccoglieva l’acqua per tutta la città e ancora oggi si può vedere la cisterna costruita nel 1732 da Mahmut I. Oggi Piazza Taksim è un nodo nevralgico di Istanbul ed è uno dei luoghi di ritrovo degli abitanti di Istanbul, soprattutto giovani, grazie alla presenza di numerosi ristoranti, pub e discoteche. Istiklal Caddesi- Grande Rue de Pera La Istiklal Caddesi, precedentemente chiamata Grande
Rue de Pera è la strada più famosa di Istanbul grazie alle sue
numerose boutique internazionali, ai suoi locali e agli abitanti
della città che vi amano passeggiare. Da fare assolutamente
una crociera sul Bosforo e una vista alla parte asiatica della città per poi ritornare percorrendo il tunnel che unisce i due continenti. Avrete a disposizione un accompagnatore che vi guiderà alla scoperta di queste meraviglie. Per il cibo Istanbul offre un’incredibile scelta di proposte ga
stronomiche a prezzi davvero stracciati.La mattina dell’ultimo giorno trasferimento in aeroporto per tornare a Catania.

© Copyright 2018 - Hereatours - Made With da Giorgio Pluchino